Castello di Vertine

vertine1.jpg (13341 byte) vertine2.jpg (20719 byte)
Il mastio.
Una torre delle mura, vicino alla porta meridionale.

Il borgo medievale di Vertine si trova  su un colle di 357 metri sopra Gaiole in Chianti. Da Firenze si pu˛ raggiungere velocemente lasciando la A1 all'uscita Valdarno e seguendo da Montevarchi le indicazioni per Cavriglia-Gaiole. Dopo circa venti chilometri, e dopo esser passati sotto ai resti del Castello di Montegrossi, troveremo il bivio che ci porterÓ fin sotto le mura di Vertine.


Il castello, o meglio il "borgo murato", di Vertine sorge alla estrema propaggine nord-orientale del Chianti, a ridosso di una serie di rilievi, detti Monti del Chianti, che costituiscono lo spartiacque con il Valdarno Superiore. Questa zona Ŕ particolarmente ricca di castelli in quanto corrisponde al territorio della medievale Lega del Chianti, baluardo Fiorentino ai confini con il territorio di Siena.

vertine3.jpg (14259 byte)
Il possente mastio e la porta settentrionale.

Nella zona Ŕ sempre stata forte la presenza feudale e il castello di Vertine, come i vicini Montegrossi e Brolio, era ricordato in atti pubblici giÓ prima dell'anno mille. Vertine fu anche il castello del Chianti che raggiunse la maggior consistenza come borgo murato. GiÓ nel XIII░ secolo il castello era in mano ai Ricasoli, commissari Fiorentini della zona, e a testimonianza della sua importanza fu anche residenza degli stessi in pi¨ di una occasione. Grazie ad una serie di circostanze Vertine non fu quasi mai al centro di eventi bellici come assedi o saccheggi, di conseguenza Ŕ giunto a noi senza tracce delle distruzioni/ricostruzioni che hanno portato allo snaturamento di molti altri borghi medievali. Nel cinquecento le fortificazioni subirono un restauro ed un potenziamento che non ne ha per˛ modificato radicalmente l'aspetto. Ancora oggi  la cinta muraria del borgo Ŕ quasi intatta e su di essa si inserisce uno splendido torrione rettangolare che aveva la funzione di cassero: a mio giudizio si tratta di uno dei pi¨ belli e meglio conservati della Toscana.

vertine4.jpg (14324 byte)
La superstite porta settentrionale.

Di fianco al torrione si apre la porta settentrionale, gemella dell'opposta porta meridionale, ancora oggi gli unici due ingressi al borgo. L'arco della porta meridionale Ŕ andato perso ma possiamo ancora notare la torre che la difendeva. Le splendide pietre lavorate usate per la costruzione delle mura e del cassero le ritroviamo anche negli edifici interni, l'insieme conferisce a Vertine un'immagine tipicamente medievale e fa tornare il visitatore che percorre le sue strette strade a contatto con la realtÓ del passato.

 

Torna alla HomepageIndice Alfabetico dei Castelli Toscani